Conflitto di interessi

…già ai tempi in cui ero, o forse credevo di essere, di sinistra (o forse non avevo capito cosa fosse la sinistra, ma, insomma, questo veramente non è importante…), il fatto che nei nostri media i termini “conflitto di interessi” e “Berlusconi” fossero sinonimi, e la pervicacia nell’escludere dall’orizzonte qualsiasi notizia su ogni altro possibile conflitto, mi lasciavano piuttosto scettico. Sentivo che c’era una fregatura, ma non sapevo quale. Oggi credo di saperlo, e credo che lo sappiate anche voi. A beneficio degli sciocchi mi affretto ad aggiungere che non sto difendendo Berlusconi, e non sto minimizzando la rilevanza del problema dei conflitti di interessi, anzi, al contrario! Sto solo provando a difendere il mio paese, perché di conflitti di interessi non ce n’è solo uno: ce ne sono molti, e i più pericolosi non è detto che siano i più palesi…

(…questo è solo un esempio di cosa succede mentre ci si balocca pretestuosamente con “ha stato Berluscone”: succede che il potere si arrocca. Vorrei ricordare che nel 2011 pareva che l’unico problema del sistema macroeconomico globale fossero le intemperanze vere o presunte di una certa persona. Io, intendendomi di macroeconomia, preferivo non entrare nella vita privata altrui, e contestavo questa visione riduttiva, ma i piddini, verosimilmente rosi dall’invidia, avevano focalizzato la loro attenzione su un unico punto di un orizzonte che invece era vasto e articolato. Insistere su #hastatoberluscone aveva una logica politica che divenne evidente a posteriori: presentare come Liberazione (con la maiuscola) l’avvento di Monti, dell’uomo che ha deliberatamente messo in ginocchio il paese. Ora, sinceramente, uno può pensarla come crede, ma se veramente si vuole dare un segno di discontinuità verso il PD, bisognerebbe cominciare col non adottarne i metodi. E invece, sette anni dopo, siamo ancora a #hastatoberluscone, questa volta, dobbiamo presumere, per presentare come “Liberazione” l’avvento di un Cottarelli o simili. Naturalmente i criceti che esultarono allora, ora, dopo un giro di ruota, si accingono a esultare nuovamente, avendo in parte cambiato casacca, ma, purtroppo, non cervello…)

(…se interessa, il resoconto è qui…)

___________

“Conflitto di interessi” è stato scritto da Alberto Bagnai e pubblicato su Goofynomics.

caricamento in corso, attendere prego...